SQL

Structured Query Language

Linguaggio standard di interrogazione dei database che permette la consultazione (e modifica) dei dati indipendentemente dal software e dal sistema operativo con il quale stato creato. La creazione del linguaggio SQL inuiziata nei primi anni '70 per consentire una facile consultazione ed estrazione di dati dai database, per essere poi stabilito come standard dall'ANSI nel 1986. Non un vero linguaggio di programmazione, in quanto non consente di creare applicazioni indipendenti e non ha comandi che gestiscano l'esecuzione del programma (come sono i comandi IF...THEN...ELSE), ma solamente comandi che consentono di richiamare, stampare, scrivere o modificare i dati presenti in un database che sia stato costruito con un software compatibile con SQL (ad esempio: Access, FoxPro, dBase, Paradox, Oracle...). I software DBMS compatibili con SQL devono avere un set di istruzioni standard in comune, ma ognuno ha implementato un diverso set di comandi estesi. I comandi SQL sono divisi in sei categorie: DQL, DML, TPL, DDL, e CCL.


Info

Dizionario Informatico
[Guida al DOS] - [Guida alle estensioni] - [Siti italiani di informatica]
Guida al personal computer
Copyright 1995/2007
Luigi Bruno
Vietata la riproduzione in qualsiasi forma, anche parziale

Valid XHTML 1.0!